Il re Ludovico ad Halblech

Tutta la famiglia reale amava le montagne e l'Algovia. La regina Maria fu una delle prime alpiniste. Con suo marito e i suoi figli, lei scalò le montagne. Si racconta, che la regina il 27 agosto 1863 con suo figlio diciottenne il principe Ludovico, scalò le montagne Krähe e Hochplatte nel nostro comune. Oggi la scalata non è facile e allora senza cavi di sicurezza era sicuramente una bella impresa. Oltre ai castelli la famiglia reale possedeva vari rifugi alpini.

die urige Kenzenhütte

I rifugi della famiglia reale ad Halblech

Nel nostro comune nel 1850 fu costruito il rifugio Kenzenhütte per il re Massimiliano II. Il re Ludovico II fece rifare il rifugio nel 1880. Nel libro „La solitudine del re Ludovico II, tra le montagne della Baviera e del Tirolo“ di Mario Praxmarer e Peter Adam, Garmisch, c'è scritto: “Qui Max costruì anche il suo rifugio di caccia. Ludovico lo fece rifare e lo fece rinnovare con la costruzione di alcuni edifici per la servitù. Il nuovo domicilio reale fu arricchito da una fontana. L'ex rifugio dei monaci di Ettal per la produzione di acquavite diventò un rifugio di caccia e negli anni trenta fu trasformato in una taverna. Presso la idilliaca cascata, che fu fatta sbarrare e illuminare con fuochi bengala, da personale specializzato del teatro di corte di Monaco, fece costruire un padiglione dove lui passava le notti vicino al bacino illuminato“.

Nel testo si parla della casa dei monaci per la produzione di acquavite. Questa è l'attuale rifugio Kenzenhütte. Il rifugio Kenzenhütte dei re bavaresi purtroppo non esiste più. Si trovava a trecento metri piu`in basso dell'attuale rifugio Kenzenhütte.

Kenzenwasserfall

Le cascate Kenzenwasserfall

Nel libro: “Il re Ludovico cena. Ricordi del suo cuoco di corte Theodor Hierneis“ si può leggere della illuminazione  di tipo bengala delle cascate Kenzenwasserfall: „ L'acqua spumeggiante cade in profondità in tutti i colori, facendo da specchio alla magia del fuoco bengala e raccogliendosi in un bacino luminoso dal colore violetto profondo. Il re Ludovico consumava la cena davanti alle cascate e soltanto la mattina presto riusciva a separarsi dalla vista.

Lui aveva vicino alle cascate un padiglione. Nell'archivio dell'ente pubblico per le foreste di Buching-Trauchgau è riportato:

„Saletta presso la cascata di Kenzen

La saletta formata da travi e persiane, con un tetto in lamiera, si trova a cinque minuti di distanza dal rifugio di caccia. Ha forma esagonale, un diametro di 3,5 metri, una porta di entrata con serratura e due finestre. È munita di parafulmine. Altezza 5 m“.

In un articolo del quotidiano “Allgäuer Zeitung“ del 6 luglio 2013 Ingo Buchelt ha descritto il rapporto della famiglia reale con Halblech e la regione in modo molto interessante. Artikel lesen (leggi l'articolo).

Nell'edizione del quotidiano „Allgäuer Zeitung“ del 9 novembre 2013 l'autore cita Ludovico II, riferendosi ad una citazione di Schiller in una lettera a Richard Wagner del 10 febraio 1869, scrisse: “Come desidero allontanarmi dall'orribile meccanismo cittadino e trovarmi nelle amate montagne, poichè sulle montagne c'è la libertà ed ovunque non arrivi gente con la sua tortura“. In un altro punto dice: „All'altezza delle montagne (…) nella natura libera di Dio, dove mi sento a casa“. La lettera lascia intuire come il reggente amasse le montagne e la natura.

Seguite le tracce di re Ludovico

Due dei suoi luoghi preferiti erano le cascate Kenzenwasserfall e il Wankerfleck. La località Wankerfleck, con i suoi vecchissimi aceri e una vista panoramica sul monumentale Gaiselstein, è un altipiano a 1148 m di altitudine sui pascoli.

  • Andate con l'autobus su alla località Wankerfleck e al rifugio Kenzenhütte.
  • Fate una passeggiata fino alle cascate (10 minuti).
  • Fatevi servire una ottima merenda nel rifugio Kenzenhütte.
  • Camminate nella bella zona Kenzengebiet.

Governare ad Halblech

Ludovico II svolse  sulle montagne anche i suoi doveri di reggente, da come è riportato in uno scritto della biblioteca regionale bavarese. Per esempio:

  • Decreto reale del 16 settembre 1865, competenza riguardante la determinazione degli appuntamenti per gli spazzacamini e i loro salari (Reg=Bl. 1865. S1033)
  • Ludovico II per grazia di Dio re di Baviera, conte di Palatinato presso il reno, principe di Baviera, Franconia e Svevia. Siamo indotti secondo l'art. 172.... a ordinare quanto segue:.... „
  • L'ordine che ne seguì finiva con la data e il luogo: Rifugio Kenzenhütte, lì 16 settembre 1865 Ludovico